E proteggimi dai lacrimogeni

Queste paese ci ha tristemente abituato agli abusi delle proprie forze di polizia. Il G8 è ancora lì, come una ferita aperta che non si può, o non si vuole, rimarginare, e chissà per quanto ancora resterà tale. Ed esiste il pericolo ormai, come accade sempre quando ci si abitua alle cose, di non prestare più la dovuta attenzione a certi episodi. O al contrario, in una logica tipicamente da ultras, di segnarseli tutti con il desiderio, un giorno, di vendicarli uno per uno.

Ma è bene che i lacrimogeni lanciati l’altro ieri dal palazzo del Ministero della Giustizia non rientrino in questo elenco: quello delle esagerate e superflue manganellate, o degli spaventosi ed inutilmente violenti arresti. Quei lacrimogeni rappresentano qualcosa di ben più grave. Perché qui le forze dell’ordine non si sono soltanto nascoste dietro il solito, fastidioso, scudo dell’anonimato, che da sacrosanta difesa per chi ha il difficile compito di gestire l’uso della forza diventa troppo spesso propellente per sfogare la propria prepotenza. Qui lo scudo è rappresentato addirittura da un palazzo dello Stato, quello Stato che è il custode ultimo del monopolio legittimo della forza, affidatogli proprio dai cittadini per essere difesi. Ecco, qui lo scudo sono diventati i cittadini stessi, lo scudo sono diventato io, perché quel palazzo ci e mi rappresenta.

Ecco perché io, fossi nei panni del Ministro Severino e del Ministro Cancellieri, renderei prioritario su qualsiasi altra cosa trovare e punire i responsabili. Occorre bucare il muro di gomma dell’omertà che viene solitamente eretto quando accadono episodi come questo. Così come occorre evitare di ammorbidire la mano della giustizia, in apparenza sempre molto delicata quando deve abbattersi contro i tutori dell’ordine. Ed occorre farlo anche velocemente. Perché un Governo che già non possiede la legittimità elettorale per governare, non può permettersi di far passare anche solo l’idea di amministrare in maniera illegittima pure il potere coercitivo di cui è monopolista. Rischierebbe di perdere tanta della sua già discussa credibilità. E non so se sia un bene che questo accada.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...