Il Popolo dell’Irresponsabilità

L’altro giorno, a meno di 24 ore dall’esito deludente, a volerci andar giù leggeri, delle elezioni, accusavo questo paese di essere di destra. Di esserlo sempre stato e del suo essere condannato a rimanerlo per sempre. In verità, però, mi sbagliavo. Ero arrabbiato, smarrito, e avevo anche 38 e mezzo di febbre mentre scrivevo – faccio notare che erano anni che non mi veniva la febbre: alcuni qui parlerebbero apertamente di somatizzazione – e quindi evidentemente ero poco lucido. E la lucidità è importante se vuoi arrivare a vedere le cose come sono in realtà, e non solo come appaiono. Ora l’incazzatura se n’è andata, la febbre pure, ed io sono appena tornato da un piacevole fine settimana passato in Belgio: un paese che, tra l’altro, è la dimostrazione concreta di come si possa vivere benissimo anche senza governo, e per periodi di tempo pure piuttosto lunghi (no, in Italia non funzionerebbe, se ve lo state chiedendo). Insomma, penso di aver riacquistato parte della mia lucidità, e per questo sono qui a correggermi. Continua a leggere

Annunci