The Flaming Lips can be heroes

Ancora David Bowie – che ormai è diventato un po’ il patrono musicale di questo blog – e ancora cover di suoi famosi successi. Questa volta a rendergli omaggio sono i The Flaming Lips con questa versione live di Heroes, anche se io vi consiglio di andarvi a vedere quella fatta la settimana scorsa al Late Night with Jimmy Fallon (volevo embeddare direttamente quella, ma WordPress non ne ha voluto sapere). E quando vi chiederete chi è quel tizio strano che canta con addosso soltanto dei tubi luminosi a fargli da mutande – sembra che corpi nudi, tubi e luci psichedeliche siano un po’ il concept che sta dietro al nuovo album dei The Flaming Lips, The Terror, uscito il mese scorso – sappiate che si chiama Wayne Coyne, e che probabilmente vi ricapiterà di vederlo spesso da queste parti.

Annunci

2 thoughts on “The Flaming Lips can be heroes

  1. Pingback: 20 dischi scaccia crisi | Socioblog

  2. Pingback: Cose che restano (dentro a un feed reader) | Socioblog

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...