It can wait

Che siamo una specie destinata all’auto-estinzione dovremmo ormai averlo capito da tempo. Le prove del resto non mancano: inquinamento, surriscaldamento globale, cattiva distribuzione della ricchezza con conseguenti flussi migratori, guerre religiose e non. Poi ci sono pure segnali più piccoli ma che non lasciano alcuna possibilità d’equivoco, tipo il fatto che, se una volta ci tamponavamo perché distratti a guardare culi ai lati della strada, oggi invece facciamo incidenti mortali per mandare messaggini. Quindi sì, ci meritiamo tutto il peggio, e anche di più. Eppure c’è chi non si rassegna e continua a tentare di salvarci dal nostro inevitabile destino. Tipo quelli della compagnia telefonica americana AT&T che, insieme a qualche altro operatore, ha promosso la campagna pubblicitaria “It Can Wait”, dove provano a spiegare alle persone che forse è meglio guidare e mandare sms (in inglese driving and texting) in due momenti diversi. E siccome gli americani devono sempre fare le cose in grande, hanno chiamato nientemeno che Werner Herzog – che di stupidità umana se ne intende abbastanza – a girare un documentario. Il risultato sono i trenta minuti abbondanti di From One Second To The Next, che magari alla fine non ci salverà da noi stessi, ma vale comunque una visione. Spoiler: si piange parecchio.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...