R.I.P. Winamp (1997-2013)

Ecco, mi sa che se c’è una cosa che collegherò per sempre alla mia adolescenza, o comunque ai tempi del liceo, beh, quella cosa è Winamp – se pensate sia un cartone animato, beati voi perché significa che siete molto più giovani di me, mannaggia il clero. Così oggi mi sono intristito parecchio quando ho letto che dal 20 dicembre chiudono baracca e burattini, e nessuno potrà più scaricarne una copia. Che poi saranno sei, sette anni buoni che non lo uso più, però per un lungo periodo della mia vita è stata la prima cosa che aprivo appena acceso il pc, altro che Facebook, e poi lo lasciavo andare per delle ore. Mi piacerebbe dire che la prima canzone che c’ho ascoltato fosse super alternativa, roba indie di quando l’indie era ancora 1.0, così da tirarmela un po’ col “io a quindici anni ascoltavo già gli Shins e Sufjan Stevens”, e invece probabile sia stato qualcosa di Avril Lavigne, o boh, dei Lostprophets, che quella volta ancora nessuno sapeva che a Ian Watkins piaceva scoparsi le bambine; perché ai tempi del liceo guardavo tutto il giorno MTV, andavo ai concerti di Ligabue, e sostanzialmente di musica, come pure della vita in generale, non ci capivo un cazzo – e invece adesso… Sì, insomma, ormai l’avrete capito, questo è un post piagnone, di quelli che scrivi quando vedi il mondo che cambia intorno a te, e capisci che sei diventato vecchio. E che nessuno frusterà più il culo del lama come si deve.

[foto National Geographic]

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...